Robe da chiodi

Perché, come ha detto qualcuno, la storia dell'arte libera la testa

Bacon – Warhol, trittico contro dittico

2 comments

Andy Warhol, Silver Car Crash (double disaster), 1969.

Andy Warhol, Silver Car Crash (double disaster), 1969.

Settimana scorsa è stata la settimana i tutti i record alle aste di New York. Ma mi piace sottolineare una coincidenza che tocca le due opere che hanno fatto i risultati più importanti: il Bacon da 140 milioni di dollari e il Warhol da 105. Il Bacon è un Trittico del 1969, con un ritratto di Lucien Freud. Wharol è il Silver Car Crash (double disaster), 1969. Quel “double” richiama il fatto che la grande tela di Warhol è in realtà un dittico, composto a sinistra con la serigrafia ripetuta in varianti sempre più tragiche dello scontro, mentre a destra c’è un’analoga tela bianca, striata di macchie nerastre. È una struttura a dittico, in cui il pieno ossessivo di sinistra chiede la compensazione del vuoto meditativo e tragico della tela di destra. È impressionante come i grandi del 900 sentano il bisogno di poggiarsi sulla certezza di soluzioni compositive del passato. Anche il grande disordine ha bisogno di un ordine per esprimersi.

Written by gfrangi

novembre 18th, 2013 at 11:57 am

Posted in pensieri

Tagged with , ,

2 Responses to 'Bacon – Warhol, trittico contro dittico'

Subscribe to comments with RSS or TrackBack to 'Bacon – Warhol, trittico contro dittico'.

  1. Interessante l’osservazione sul bisogno di poggiarsi sulla certezza di soluzioni decorative del passato. La storia dell’arte è un flusso di pensiero che corre lungo i secoli.

    Riccardo

    16 Dic 13 at 9:45 am

  2. Le mani di Gesù dipinte da Leonardo nel Cenacolo, uniche nel dipinto, una con la palma verso il basso e l’altra verso l’altro indicano che Gesù era ambidestro come naturalmente era Leonardo e in parte Michelangelo Buonarroti? Non a caso Andy Warhol, genio anche lui, riprodusse, oltre il Cenacolo, serialmente la Gioconda e Marilyn che richiamano lo stesso volto archetipo. Cfr. ebook (amazon) di Ravecca Massimo: Tre uomini un volto: Gesù, Leonardo e Michelangelo. Grazie.

    Ravecca Massimo

    4 Gen 14 at 7:06 pm

Leave a Reply